Notizia

ECCEZIONALI AVVERSITA' ATMOSFERICHE DI NOVEMBRE 2019

Ricognizione delle misure economiche a sostegno dei privati e delle attivita' economiche e produttive.

SCADENZA 4 SETTEMBRE 2020

Si comunica che il Commissario delegato per l'emergenza novembre 2019 sta effettuando, attraverso i Comuni, la ricognizione delle misure economiche a sostegno dei privati e delle attività economiche e produttive che abbiano subito dei danni derivanti dagli eventi calamitosi avvenuti durante il mese di novembre 2019.

 

BREVE GUIDA AI DANNI RISARCIBILI (ESTRATTO DELLA COMUNICAZIONE DEL COMMISSARIO DELEGATO)

Interventi di cui alla lettera c) dell’art. 25, comma 2 del decreto legislativo 2 gennaio 2018 n. 1 riguardano le spese relative “all'attivazione di prime misure economiche di immediato sostegno al tessuto economico e sociale nei confronti della popolazione e delle attività economiche e produttive direttamente interessate dall'evento, per fronteggiare le più urgenti necessità;”

Rientrano nella lettera c) dell’art. 25 comma 2 del D.Lgs. 1/2018:

• le prime misure economiche di immediato sostegno al tessuto sociale nei confronti dei nuclei familiari la cui abitazione principale, abituale e continuativa risulti compromessa, a causa degli eventi in rassegna, nella sua integrità funzionale, nel limite massimo di euro 5.000,00;

• le prime misure economiche per l'immediata ripresa delle attività economiche e produttive sulla base di apposita relazione tecnica contenente la descrizione delle spese a tal fine necessarie, nel limite massimo di euro 20.000,00, quale limite massimo di contributo assegnabile ad una singola attività economica e produttiva.

Interventi di cui alla lettera e) dell’art. 25 comma 2 del decreto legislativo 2 gennaio 2018 n. 1 riguardano la “ricognizione dei fabbisogni per il ripristino delle strutture e delle infrastrutture, pubbliche e private, danneggiate, nonché dei danni subiti dalle attività economiche e produttive, dai beni culturali e paesaggistici e dal patrimonio edilizio, da porre in essere sulla base di procedure definite con la medesima o altra ordinanza”.

Rientrano nella lettera e) dell’art. 25 comma 2 del D.Lgs. 1/2018:

• interventi di ripristino su beni pubblici che sono strutture ed infrastrutture danneggiate, nonché i danni subiti dai beni culturali e paesaggistici e dal patrimonio edilizio;

• interventi su beni di privati ed attività economiche e produttive.

La comunicazione precisa inoltre che:

• tutti i fondi riconosciuti riguarderanno solo la parte eventualmente non coperta da Polizze assicurative e, nel caso di misure riconosciute ai sensi dell’art. 25, comma 2, lettera c) del D.lgs. 1/2018, possono costituire anticipazione sulle medesime, nonché su eventuali future provvidenze a qualunque titolo previste;

 

LA SCADENZA PER L'INVIO DELLE SEGNALAZIONI E' VENERDI 4 SETTEMBRE 2020.

 

E'  necessario compilare la relativa domanda in allegato predisposta dalla Protezione Civile regionale, corredata da marca da bollo da euro 16,00:

MODELLO B1 per i danni subiti dalla popolazione

MODELLO C1 per i danni subiti dalle attività economiche e produttive

Si invita pertanto la popolazione a compilare i moduli e ad inviarli al Comune di Moruzzo ENTRO VENERDI 4 SETTEMBRE 2020 con le seguenti modalità:

- all'indirizzo via PEC all'indirizzo comune.moruzzo@certgov.fvg.it. Nel caso di invio tramite PEC è necessario inviare anche l’allegato modello per la dichiarazione/annullamento della marca da bollo.

- consegnarli a mano all'ufficio protocollo.

La ricognizione non costituisce risarcimento automatico dei relativi contributi e finanziamenti.

Per informazioni contattare telefonicamente l'Ufficio Tecnico dal lunedì al giovedì ore 9 - 11 al n. 0432 672004