Notizia

Corona Virus - Ulteriori misure urgenti dal 8 Marzo al 3 Aprile

Nuove misure ulteriori con il nuovo DPCM del 08/03/20. Si prenda nota in particolar modo delle limitazioni imposte a tutti i corsi di formazione ( chiusi), alle limitazioni a Bar e Ristoranti, alle limitazioni alle sale gioco discoteche cinema che vengono difatto chiuse e alle cerimonie religiose sospese definitivamente.

Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-2019 (CORONA VIRUS).

A seguito di DPCM del 08/03/20, a firma del Presidente del Consiglio dei Ministri e del Ministro della Salute, si informa la cittadinanza sulle seguenti misure straordinarie adottate per contrastare l'evolversi della situazione epidemiologica causata dal CORONAVIRUS.

Fino al 15 Marzo 2020
Sono sospesi i servizi educativi per l'infanzia e le attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, nonché la frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, comprese le Università e le Istituzioni di Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica, di corsi professionali, master e università per anziani. Rimane in ogni caso la possibilità di svolgimento di attività formative a distanza.

Fino al 3 Aprile 2020
Sono sospesi i congressi e le riunioni in cui è coinvolto personale sanitario. Sono sospese le manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli di qualiasi natura, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato inclusi cinema e teatri. E’ sospesa l’apertura di musei e spazi culturali. Sono sospesi i viaggi d'istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche comunque denominate, programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado.

E’ sospesa l’attività di pub, scuole di ballo, sale scommesse,sale bingo e discoteche. Le attività di ristorazione e bar sono consentite con obbligo a carico del gestore di far rispettare la distanza interpresonale di un metro, con sanzioni fino alla sospensione dell’attività in caso di violazione.
E’ fortemente suggerito a tutte le attività di favorire l’ingresso contingentato e di evitare assembramenti

Sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato. Resta comunque consentito lo svolgimento dei predetti eventi e competizioni, nonché delle sedute di allenamento degli atleti agonisti, all'intero di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all'aperto senza la presenza di pubblico. In tutti tali casi, le associazioni e le società sportive, a mezzo del propno personale medico, sono tenute ad effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano. Lo sport di base e le attività motorie in genere svolte all'aperto ovvero all'interno di palestre, piscine e centri sportivi di ogni tipo , sono ammesse esclusivamente a condizione che sia possibile mantenere, nei contalti sociali, una distanza interpersonale di almeno un metro.

È fatto divieto agli accompagnatori dei pazienti di permanere nelle sale di attesa dei dipartimenti emergenze e accettazione e dei pronto soccorso, salve specifiche diverse indicazioni del personale sanitario preposto,

L'accesso di parenti e visitatori a strutture di ospitalità e lungo degenza, residenze sanitarie assistite (RSA) e strutture residenziali per anziani, autosufficienti e non, è limitata ai soli casi indicati dalla direzione sanitaria della struttura, che è tenuta ad adottare le misure necessarie a prevenire possibili trasmissioni di infezione.

È fatto espressa raccomandazione a tutte le persone anziane o affette da patologie croniche di evitare comunque luoghi affollati nei quali non sia possibile mantenere la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.

L’apertura dei luoghi di culto è condizionata all’adozione di misure organizzative tali da evitare assembramenti e tali da consentire ai frequentatori la possibilità di mantenere l’interdistanza personale di almeno un metro. Sono sospese le cerimonie civili e religiose comprese quelle funebri.                                                    

 

Il Sindaco

Albina Dott.ssa Montagnese